Bancomat non legge la carta: attenzione, ecco cosa fare immediatamente

Il termine “bancomat” si riferisce, seppur in maniera non ufficiale, a qualsiasi forma di operazioni effettuabili utilizzando una carta di pagamento, anche se la nomerclatura fa riferimento specifico al circuito di pagamento omonimo , tra i primi a trovare diffusione nel nostro paese.

La parola stessa ha trovato anche una funzione associabile al verbo, in quanto “fare un bancomat” in quasi tutti i casi significa proprio effettuare un prelievo oppure un’operazione telematica utilizzando la tessera.

Bancomat non legge la carta: attenzione, ecco cosa fare immediatamente

Indifferentemente dal tipo di tecnologia che sia bancomat, carta conto, prepagata o simili, in specifici casi la tessera può non essere “accettata” dallo sportello ATM. Nello specifico, questo può portare allo sviluppo di due situazioni:

  • La carta non entra nell’apposita fessura – Può essere causato da un malfunzionamento del singolo sportello ma anche frutto di una qualche forma di manomissione, sopratutto se percepiamo “un ostacolo” al momento dell’inserimento. L’impossibilità può essere anche dovuta ad un malfunzionamento della tessera, nel chip presente al centro: in questo caso è necessario contattare immediatamente la nostra banca, dopo aver constatato la medesima problematica presso altri ATM.
  • La carta entra ma viene rifiutata – Anche in questo caso la causa può essere tecnica, dovuta ad un guasto dello sportello. Tuttavia può essere anche sintomo di problematiche relative al conto corrente, raggiunti limiti di prelievo (giornalieri o mensili), come ad esempio il sempre diffuso fenomeno della clonazione dei conti correnti, ossia il furto di dati personali spesso associato alla perdita di informazioni della nostra tessera.

Il mancato riconoscimento può essere inoltre provocato dalla smagnetizzazione, ossia la perdita di carica magnetica, indispensabile per la lettura con l’ATM. Prima di chiedere la sostituzione della tessera, attraverso una procedura standard, è possibile fare un tentativo, sfregando delicatamente la banda magnetica con una gomma bianca pulita, avendo l’accortenza di eliminare i residui.