home banking mps sicura fallire messaggio banche Gruppo Monte dei Paschi

Attenzione a questo messaggio di MPS: ecco cosa può accadere

Abbiamo già evidenziato le numerose problematiche che hanno coinvolto MPS, uno dei gruppi bancari più influenti del nostro paese, che ha avuto un’incredibile crescita nelle ultime fasi del 20° secolo per poi andare incontro a politiche sbagliate, crisi esterne ed interne, ricapitalizzazioni e cambi al “timone” ripetuti, che hanno portato lo stato italiano ad occuparsi della situazione, prendendo possesso di gran parte del capitale sociale di MPS.

Inevitabilmente il nome del gruppo banciario è perciò molto chiacchierato, e questo contribuisce a creare anche disagi non direttamente imputabili alla banca più antica del mondo.

Attenzione a questo messaggio di MPS: ecco cosa può accadere

Monte dei Paschi di Siena è stata una delle prime banche italiane ad espandersi in modo importante anche in settori non direttamente associabili a contesti finanziari ed è stata anche una delle prime a “digitalizzarsi” ed a fornire alla propria utenza uno strumento di identificazione digitale come il PasKey, concetto che è stato poi ampliato e diversificato da altre banche attraverso le applicazioni ufficiali per l‘home banking, oggi molto diffuse.

Un messaggio che presenta la dicitura di MPS a intervalli regolari mette a repentaglio migliaia di utenti italiani che si vedono recapitare questa email (ma può trovare forma anche nel fromato SMS), come quello qui sotto (ma può anche essere di natura diversa, riportando ad esempio un generico Accesso Anomalo).

mps messaggio

Nonostante l’intestazione riporti “Banca MPS” , il link che invita ad essere selezionato non porta assolutamente alla pagina ufficiale della banca, ma ad una che apparentemente ne ricalca l’aspetto. Nella maggior parte dei casi all’interno della pagina sono presenti i caratteristici campi da riempire, con nome utente e password. Tuttavia non essendo il sito ufficiale della banca, effettuare questa operazione può mettere a serio rischio i nostri dati personali, comportando anche eventuali problemi sul conto.

MPS non ne è ovviamente responsabile, anzi come quasi tutte le grandi banche esorta a diffidare qualsiasi tipo di messaggio “allarmista” di questo tipo, censtinandolo immediatamente.