Poste Italiane, allerta pacco smarrito: ecco la situazione

Il settore dell’e-commerce è sempre più diffuso a causa di una sempre maggiore diffusione di strumenti di pagamento elettronici e dispositivi in grado di acquistare e vendere beni, fattore reso ancora più evidente durante il periodo del lockdown.

Con le forti restrizioni dovuti alla prima ondata del Covid, sono emerse anche alcune criticità relative alle consegne dei corrieri e di Poste Italiane, anche non direttamente associabili al servizio di consegna: l’allerta pacco smarrito è una delle più diffuse.

Poste Italiane, allerta pacco smarrito: ecco la situazione

La truffa del “pacco smarrito” è una delle numerose e più comuni tipologie di phishing nel nostro paese. Con questo termine si fa riferimento a tutti quei messaggi, email e notifiche che “simulano” una comunicazione ufficiale di enti conosciuti, come Poste Italiane, banche famose, siti web conosciuti, solitamente recando messaggi che invitano a seguire un link sottostante per “risolvere il problema”, approfittando del fattore emotivo del momento.

Il messaggio del pacco smarrito fa leva proprio su una non perfetta gestione del sistema di consegne nel nostro paese, e non è un caso che questo tipo di raggiro abbia preso particolarmente piede durante la pandemia. Banalmente, non è così inusuale riscontrare problematiche relative alla consegna, ecco perchè, seppur in diminuizione un numero sempre sensibilmente elevato di persone resta vittima di questi messaggi.

Cosa fare?

Nella maggior parte dei casi si tratta di un SMS che invita a cliccare nel link, indirizzo che nella migliore delle ipotesi apre un sito web colmo di pubblicità, nella peggiore favorisce il furto di dati, magari invitando ad inserire le proprie generalità al suo interno. Poste Italiane, così come qualsiasi altro corriere, non utilizzano questo tipo di messaggi “allarmistici”, che non recano informazioni specifiche ma un generale “gentile cliente”, e senza fornire indicazioni precise sul tipo di spedizione.

Il consiglio è quello di cestinare immediatamente il messaggio, magari bloccando il numero del mittente, non prima di aver segnalato tutto a Poste Italiane.