“Non fare questi pagamenti online!”: pazzesco, ecco quali

Il mondo del commercio è profondamente mutato nel giro di pochi decenni, a causa di una situazione economica sempre più “contaminata” da eventi politici e sociali, ma anche la tecnologia ha avuto un impatto significativo, processo che è tutt’altro che terminato, fattore evidente anche dai pagamenti online, sempre più rapidi, semplici e tendenzialmente sicuri.

Fare acquisti online non è più esclusivo appannaggio degli utenti appassionati di tecnologia ma rappresenta oramai un’abitudine anche concettualmente accettata, costituendo in molti casi un’alternativa molto importante al commercio tradizionale. L’e-commerce ha sviluppato a sua volta delle sotto dinamiche relative al mondo del lavoro, cambiando quindi radicalmente la vita professionale di milioni di persone.

Sicurezza in rete

Più diffusione significa anche un numero maggiore di portali di pagamento, ma ciò moltiplica anche i rischi relativi alla sicurezza dei nostri soldi: il mondo delle truffe online è  estremamente diversificato, e nonostante un tendente miglioramento da questo punto di vista, nessun sistema di protezione potrà mai sostituire un buon grado di “educazione digitale”. Molte truffe infatti fanno leva sull’utente stesso, che viene invogliato ad acquistare presso siti di dubbia provienza e grado di sicurezza.

“Non fare questi pagamenti online!”: pazzesco, ecco quali

Gli indizi su una possibile poca affidabilità di un determinato portale possono essere vari:

  • Siti  non riscontrabili neanche con una rapida ricerca su Google oppure con poche valutazioni.
  • Prezzi eccessivamente bassi.
  • Poca “genuinità” dei testi, spesso tradotti in maniera automatica attraverso un traduttore.
  • Limitata possibilità di richiedere assistenza
  • Metodi di pagamento poco conosciuti e affidabili. Si tratta di un fattore importante da tenere in considerazione perchè sono quelli che fanno da “tramite” tra acquirente e venditore.

In generale conviene evitare di affidarsi a siti che non presentano una misura di pagamento come Paypal, il più delle volte questi siti fanno affidamento a soluzioni come MoneyGram e Western Union, non legati a transazioni economiche e perciò difficilmente tracciabili.