Tasse

INPS, è allarme: tasse cambiate per queste categorie

Il tema tasse è sempre estremamente “caldo” e per forza di cose molto sentito da praticamente ogni tipologia dai cittadino e lavoratore: l’Italia non fa eccezione, anzi spesso nel nostro paese la tematica fa molto discutere per un meccanismo non ben oliato e spesso percepito come “ingiusto”. Tra l’altro un sistema economico moderno non può che prescindere sopratutto dal sistema delle imposte, sopratutto uno complesso come quello di un paese europeo.

Tassazione Irpef

L’imposta sul reddito delle persone fisiche, abbreviata con l’acronimo IRPEF costituisce una delle imposte “base” per i lavoratori che lavorano in Italia, ed è considerata “progressiva”, ossia calcolata in base al reddito del lavoratore, privato o indipendente che sia. Da anni in Italia viene utilizzato il sistema a scaglioni di reddito, che prendono in considerazione sia gli stipendi netti che una serie di detrazioni ed agevolazioni che sono via via modificate al termine di ogni anno solare.

In maniera analoga a quanto avvenuto per le pensioni, il sistema delle perequazioni coinvolge anche la tassazione Irpef così da ricalibrare ed in alcuni casi a ridurre il sistema di imposte sul reddito su specifici scaglioni.

INPS, è allarme: tasse cambiate per queste categorie

Per quanto riguarda il 2022 la nuova riforma fiscale ha “rimosso” uno di questi scaglioni (quella calcolato sui redditi tra i 55mila ed i 75mila euro): aliquota IRPEF 41%;, che sono quindi così composti:

  •  1° scaglione (redditi fino a 15mila euro): aliquota IRPEF 23%;
  •  2° scaglione (redditi 15-28mila euro): aliquota IRPEF 25% (rispetto al 27%)
  •  3° scaglione (redditi 28-50mila euro): aliquota IRPEF 35% (rispetto al 38%)
  •  4° scaglione (oltre 50mila euro): aliquota IRPEF 43%.

E’ evidente che una minore tassazione irpef va a vantaggio chi “rientra” nel 3° scaglione. Chi guadagna 40 mila euro potrà trovarsi fino a quasi 1000 euro in più all’anno, fino a 28mila euro il risparmio sarà di 260 euro, mentre non ci sono tagli di imposte Irpef per chi guadagna fino a 15mila euro all’anno.

Tasse