Quanto valgono i due euro della Finlandia 2004? Ecco la verità

La Finlandia è l’unico paese nordico che fa parte della Zona Euro e in maniera analoga a quanto deciso dalla maggior parte dei paesi utilizzatori della moneta unica, ha scelto di adottare l’euro a partire dal 2002, dopo gli accordi stabiliti con l’UE nel 1999, anno in cui è iniziata la produzione delle nuove monete.

L’euro ha così sostituito la precedente valuta locale, il “nuovo” marco finlandese che nel 1963 aveva sostituito quello “vecchio”, con un tasso di cambio pari a 1 Euro = 5,94573 marchi.

Come per l’Italia e tanti altri paesi, l’euro è stato introdotto a partire dal 1° gennaio 2002, inizialmente affiancandolo alla vecchia valuta, fino al 28 febbraio dello stesso anno, quando l’euro ne ha preso il posto. Altra analogia con il nostro paese è quella relativa alle monete da 1 e 2 centesimi, non più utilizzate in fase di acquisto nel paese.

Quanto valgono i due euro della Finlandia 2004? Ecco la verità

Le monete finlandesi sono state realizzate in 4 serie, solo leggermente differenti le une dalle altre, che presentano la raffigurazione del Leone araldico su tutte le monete, eccezion fatta per quelle da 1 e 2 euro, che ritraggono rispettivamente due cigni selvatici e una pianta di camemoro, simboli di fauna e flora della Finlandia.

Nel 2004 fu coniata la prima moneta commemorativa del paese, nello specifico l’emissione che omaggia l’allargamento dell’Unione Europea con questa moneta che presenta un germoglio stilizzato, mentre l’altra “faccia” è comune a tutte le altre da due euro.

Emissione controversa nel valore perchè non così rara (1 milione di esemplari prodotti dalla zecca finlandese) ma di più che discreto valore data la richiesta, dato che ai tempi le commemorative venivano distribuite in dei rotolini “mischiate” con delle normali da due euro. Nel paese baltico i collezionisti iniziarono a collezionare i rotolini nella speranza dai trovare quante più monete commemorative possibili e questo ne ha aumentato il vaore.

A distanza di 18 anni una moneta di questo tipo vale dai 30 ai 50 euro se in condizioni Fior di Conio.