Fino a 13 mila euro se hai questo francobollo: ecco quale

L’invenzione del francobollo ha completamente rivoluzionato l’idea stessa del trasporto postale, fino ad allora piuttosto arretrata e problematica anche dal punto di vista della regolarizzazione: il semplice sviluppo di questi piccoli oggetti di carta gommata su un dei due lati, che ha la funzione di “tassa anticipata” di trasporto non è così antica, visto che risale alla metà del 19° secolo, ma data l’efficienza è stata adottata rapidamente dai governi di allora.

Il francobollo è stato inventato nel 1840 dal funzionario britannico nonchè appassionato di valute Rowland Hill, che mise a punto la prima emissione in assoluto nel 1840, il Penny Black, emissione che non presentava ancora dentellatura e paese di proveniena, alcune delle caratteristiche principali che ancora oggi contraddistinguono queste valute. Nel giro di pochissimo tempo si costituirono anche i primi gruppi di appassionati di filatelia.

Fino a 13 mila euro se hai questo francobollo: ecco quale

In pochi anni anche in Europa gli stati iniziarono ad emettere quantità e varietà considerevoli di francobolli, ed anche gli stati indipendenti italiani, ben prima dell’Unificazione, ne avviarono la produzione. Tra questi anche lo Stato Pontificio, che sviluppò la propria serie di francobolli a partire dal 1852 fino alla Breccia di Porta pia, che portò all’annessione dello Stato Pontificio al Regno d’Italia.

Questi francobolli sono facilmente riconoscibili per il simbolo dello Stato Pontificio, raffigurato in due chiavi incrociate e con la dicitura stessa. Le Poste pontificie svilupparono in tutto 11 tipologie di francobolli, espressi in bajocchi, ogni valore è contraddistinto da un diverso colore.

Tutte le emissioni di questo tipo furono ovviamente sostituite da quelle del Regno d’Italia a partire dal 1870, e perciò costituiscono un’importante reperto collezionistico: un singolo francobollo del 1852 vale dai 50 fino ai 350 euro a seconda delle condizioni di conservazione, ma l’intera serie di esemplari di questo tipo può valere oltre 13 mila euro se in condizioni particolarmente buone.

francobollo 13 mila euro