Hai queste vecchie monete arabe? Ecco quanto possono valere

Con la terminologia “mondo arabo” si fa riferimento ad una zona del mondo comprendente approssimativamente tutto il nord Africa, e parte del Medio Oriente, da non confondere con la terminologia mondo musulmano, visto che gli arabi rappresnetano un ceppo etnico non per necessariamente riconducibile alla religione islamica.

Diversi imperi identificabili come “arabi” come quello omayyade durante l’alto medioevo, così come gli attuali stati del Marocco ed Emirati Arabi utilizzano diverse emissioni.

Monete moderne

Il dirahm risulta essere la valuta degli degli Emirati Arabi, ma con questa nomenclatura si identifica anche la valuta del Marocco che è differente in tutto e per tutto, ed è costituita da “tagli minori” definiti fils dal valore numerico di 1, 5, 10, 25 e 50 fils. Si tratta di emissioni molto comune, così come il dirham stessso, visto che i valori non superano i 3-4 euro per pezzo.

A differenza delle monete europee, le emissioni antiche sono estremamente rare da trovare, solitamente gran parte di esse sono custodite in musei.

Hai queste vecchie monete arabe? Ecco quanto possono valere

Una delle emissioni più famose del mondo arabo è il dinar d’oro, che ha avuto una diffusione limitata ma comunqu costante durante varie dinastie arabe in tutto il nord Africa nel corso del Medioevo, ma è stato utilizzato anche dall’Impero Ottomano durante la massima espansione di quest’ultimo.

Il valore è altissimo, pari a 159,298925 € visto il contenuto d’oro, per un esemplare di questo tipo ma è praticamente impossibile trovarne uno.

dinar d'oro

Una di queste monete, risalente al 723 D.C. realizzata a Damasco, e rappresenta una vera e propria rarità, al punto da essere considerata una delle monete più preziose e danarose al mondo: è stata anche la prima moneta di questo genere a menzionare una posizione particolare nel Regno dell’Arabia Saudita dell’epoca.

Il valore attuale è altissimo, visto che supera i 5 milioni di euro.