Whatsapp a pagamento? Attenzione, ecco la verità

L’applicazione di messaggistica istantanea più diffusa al mondo è da diverse settimane nell’occhio del ciclone, sopratutto a causa del cambio di politica sulla privacy programmato che permetterà da parte di Facebook (che controlla l’applicazione essendone proprietaria da diversi anni) di condividere le informazioni degli utenti anche al di fuori di Whatsapp, decisione che è stata percepita da una larga fetta degli utenti come scarsa affidabilità, forzando l’esodo di molti verso applicazioni ritenute più sicure.

DAL NOSTRO NETWORK
[crp]
[wp-rss-aggregator category="notizie"]

Whatsapp a pagamento?

In realtà applicazioni come Telegram stavano iniziando a “prendere terreno” nei confronti di Whatsapp in termini di numero di utenti da diverso tempo anche perchè viene ritenuta più sicura e meno controllata: Whatsapp infatti è il mezzo principale per la diffusione di fake news e phishing: l’ultima fa proprio leva sui timori relativi all’applicazione, notizia che si sta diffondendo con una certa rapidità attraverso i vari gruppi che vedrebbe Whatsapp diventare a pagamento tramite un messaggio, che invita a cliccare su un link per “risolvere” i problema. In realtà si tratta dell’ennesima bufala, visto che non vi è alcuna intenzione di far diventare la popolare app di messaggistica a pagamento, anzi è fortmemente consigliabile eliminare il messaggio in questione, visto che potrebbe compromettere il corretto funzionamento del dispositivo.


L'offerta del giorno