Mangiare solo spinaci fa bene? Ecco la risposta dell’esperto

Fresh juicy spinach leaves on a wooden brown table. Natural products, greens, healthy food, vitamins.

Gli spinaci sono degli ortaggi a foglia verde molto conosciuti e consumati in tutto il mondo che vantano moltissimi benefici se consumati con moderazione. In questo articolo, oltre ai loro benefici, andremo a prendere in considerazione anche a chi non si consiglia il loro consumo, dunque a chi potrebbero far male gli spinaci.

Composizione nutrizionale degli spinaci

Il costituente principale degli spinaci è l’acqua, oltre all’acqua, però, apportano molti nutrienti al nostro organismo, di conseguenza i benefici che il corpo ne ricaverà sono molti, e li vedremo nel paragrafo successivo, quindi continuate a leggere.

Gli spinaci sono un ortaggio che si ritrova spesso nelle diete, anche quelle ipocaloriche in quanto apportano pochissime calorie, parliamo di circa 23 Kcal per 100 grammi di prodotto consumato, ma allo stesso tempo sono molto sazianti, data anche la presenza di fibre oltre che dell’acqua. Sempre per 100 grammi di prodotto abbiamo:

-Acqua: 90,10 g
-Carboidrati: 2,9 g
-Zuccheri: 0,4 g
-Proteine: 3,4 g
-Grassi: 0,7 g
-Colesterolo: 0 g
-Fibre: 1,9 g
-Sodio: 100 mg
-Potassio: 530 mg
-Ferro: 2,90 mg
-Calcio: 78mg
-Fosforo: 62 mg
-Magnesio: 60 mg
-Zinco: 1,43 mg
-Rame: 0,16 mg
-Selenio: 1µg
-Vitamina B1: 0,07 mg
-Vitamina B2: 0,37 mg
-Vitamina B3: 0,4 mg
-Vitamina A: 485 µg
-Vitamina C: 54 mg

Dunque possiamo notare che le proteine a differenza di altri vegetali, sono abbastanza presenti, molto abbondanti, invece, sono i micronutrienti dunque le vitamine e i sali minerali. Non apportano colesterolo, e i grassi sono talmente pochi che potrebbero essere considerati trascurabili.

Mangiare solo spinaci fa bene? Ecco la risposta dell’esperto

Gli spinaci apportano molti benefici al nostro organismo, ma, ovviamente, non possono essere mangiati solo spinaci, è importante seguire un’alimentazione sana e varia, meglio cambiare nel corso della settimana gli alimenti che si consumano. Vediamo alcuni dei benefici che apportano gli spinaci.

  • Favoriscono la perdita di peso: secondo uno studio scientifico è stato dimostrata la presenza, negli spinaci, di una sostanza in grado di rallentare l’assorbimento dei grassi e in grado di aumentare il senso di sazietà, anche per la presenza di fibre.
  • Regolano la pressione sanguigna: gli spinaci sono molto consigliati in caso di ipertensione, data la presenza del potassio che aiuta a tenere sotto controllo la pressione arteriosa.
  • Consigliati in caso di anemia data la presenza del ferro, anche se, a causa della presenza dell’acido ossalico la biodisponibilità è in parte limitata.
  • Proteggono la vista e apportano antiossidanti: gli spinaci apportano vitamina C, acido folico e betacarotene che vanno a contrastare l’azione dei radicali liberi. Ottimi per proteggere la pelle, gli occhi e i capelli dai vari danni ossidativi.
  • Benefici in fase di allattamento: gli spinaci non vanno ad alterare il sapore del latte, ma la presenza di acido folico è molto importante sia per la neomamma che del neonato, aiuta a regolare l’attività degli ormoni e a rafforzare il loro sistema immunitario.
  • Aiutano a prevenire i tumori grazie al contenuto di flavonoidi e carotenoidi.
  • Consigliati per gli sportivi perché gli spinaci contengono molti amminoacidi indispensabili per aumentare la massa magra e per rendere la muscolatura più forte.
  • Benefici per l’intestino: data la presenza di fibre, gli spinaci hanno un potere lassativo, molto consigliati in caso di stitichezza.
  • Fanno bene alle ossa e al sistema nervoso: grazie alla presenza della vitamina K.
  • Proteggono la pelle soprattutto grazie alla presenza della vitamina A e ad alcuni minerali.

Quando gli spinaci possono fare male? Ecco qualche controindicazione

Gli spinaci, come tutti gli altri alimenti possono determinare delle controindicazioni in alcuni soggetti. Il consumo di spinaci non è consigliato alle persone che soffrono di osteoporosi o di calcoli renali, questo perché contengono acido ossalico che favorisce l’accumulo dei sali minerali nei reni, e rallenta la guarigione delle fratture ossee.

Non è consigliato il loro consumo a soggetti che assumono farmaci anticoagulanti. Sconsigliati anche a coloro che sono affetti da colite dato il loro potere lassativo. Bisogna fare attenzione anche quando si è allergici al nichel, perché gli spinaci lo contengono. Infine gli spinaci non sono consigliati a coloro che soffrono di malattie epatiche o altre patologie del fegato.