Mangiare fagioli tutti i giorni: ecco cosa può accadere

Mangiare legumi anche se tutti i giorni è una buona abitudine alimentare, infatti, sembra che i legumi siano capaci di riuscire ad abbassare i livelli di colesterolo “cattivo” nel sangue. A fare questa ricerca è stato un team di ricercatori canadesi secondo cui 130 grammi di legumi al giorno apportano numerosi benefici a carico del sistema cardiovascolare.

Installa

I legumi in generale come lenticchie, fagioli, ceci e piselli hanno, infatti, un Indice Glicemico molto basso perché vengono scomposti molto lentamente. Questo è reso possibile dalla consistente presenza di fibre contenute nei legumi che riducono l’assorbimento di grassi e zuccheri e contemporaneamente aumentano il senso di sazietà. Introducendo i legumi si aumenta il senso di sazietà del 31% riducendo così il bisogno di mangiare altro cibo e, allo stesso tempo, impedendo il tanto temuto effetto fisarmonica.

Non è tutto, consumare un’adeguata quantità di questo alimento permetterebbe anche di controllare glicemia nonché di abbassare il colesterolo cattivo (LDL) del 5% e, di conseguenza, ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Quali sono i benefici dei fagioli?

I fagioli appartengono alla famiglia delle Leguminose e sono ricchi di proteine e fibre, sali minerali. Contengono aminoacidi tra cui arginina, lisina e acido glutammico. Come tutti i legumi hanno un ruolo importante nella nostra alimentazione. Aiutano, in particolare, ad equilibrare l’apparato intestinale, abbassano il colesterolo nel sangue ed hanno basso indice glicemico. Per questo sono consigliati in caso di problematiche intestinali quali stitichezza ed infiammazione intestinale. Grazie alla buona quantità di ferro e di sali minerali sono utili in caso di anemia per rinforzare il sistema nervoso. Sono controindicati nei casi di gotta e artrite.

Perché i fagioli causano il gonfiore addominale?

Questo succede perché contengono degli zuccheri che non tutti riescono a metabolizzare e che nell’intestino si ‘combinano’ con la flora batterica causando fermentazione e produzione di gas. Il problema si può evitare mettendo in ammollo i fagioli prima di cucinarli. basta mettere i fagioli a bagno in acqua fredda per qualche minuto, sciacquali e poi falli cuocere in pentola con acqua nuova. Questo procedimento elimina gran parte degli zuccheri, proprio grazie all’ammollo e al successivo risciacquo. Il ‘rischio gonfiore’ può essere attenuato anche utilizzando erbe o spezie durante la cottura: particolarmente efficaci sono lo zenzero macinato e la santoreggia, che si possono usare anche insieme.

I fagioli aiutano a perdere perso?

Diverse ricerche testimoniano che i fagioli possono essere un alimento molto utile per la perdita di peso. Questo grazie all’abbondanza di proteine e fibre alimentari, due dei nutrienti più efficaci per la perdita di peso. I loro baccelli possono invece venire in aiuto alle diete. Grazie alla presenza di fibra contenente cellulosa, pectine e flavonoidi viene rallentato l’assorbimento degli zuccheri. Grazie a questa proprietà il baccello di fagiolo è consigliato quando, al termine di una dieta, si desidera rendere stabile il peso ed evitare un repentino ritorno della massa grassa.

Welcome to Tech Cave

Installa GRATIS
×