Cosa succede a chi mangia pinoli scaduti? Ecco la verità

I pinoli sono semi ricchi di vitamina E, perfetti come ricostituenti e anti stress. Ma cosa succede se una confezione di pinoli supera la data di scadenza? Mangiare pinoli scaduti: ecco cosa può accadere!

Proprietà dei pinoli

I pinoli presentano un’elevato contenuto di grassi insaturi tra cui l’Omega 6. Questi semi sono inoltre ricchi di fibre, di proteine, di vitamine E e PP e di importanti sali minerali come il calcio, il ferro, il fosforo e il potassio.


L'offerta del giorno
decalmile Adesivo Murali Frasi Scritte Dai ad ogni giornata la possibilita Farfalle Adesivi da Parete Citazioni Nero Camera da Letto Soggiorno Ufficio Decorazione Murale
  • Può essere incollato su qualsiasi superficie liscia, asciutta e non strutturata: pareti, finestre, piastrelle, mobili, specchi, persino i frigoriferi.

I pinoli sono molto energetici e calorici e possono essere adoperati come ricostituenti da sportivi o da chi affronta un particolare periodo di stress nella vita. I pinoli, inoltre, hanno importanti proprietà antiossidanti, antitumorali, aiutano l’organismo a contrastare l’azione dei radicali liberi e a rallentare l’invecchiamento cellulare e quello cutaneo.

Quando al supermercato acquistiamo una confezione di pinoli, se non si utilizzano spesso, può capitare di dimenticarla per lungo tempo nella dispensa, per cui, nel momento in cui ne avremo bisogno potrebbe capitare che abbiano superato la data di scadenza. E se intanto ne abbiamo assaggiato una manciata? Mangiare pinoli scaduti: ecco cosa può accadere.

Cosa succede se si mangiano i pinoli scaduti?

Se vi siete accorti di aver consumato dei pinoli che hanno passato la scadenza da qualche giorno o da qualche settimana non preoccupatevi perché non accadrà niente. Se i pinoli sono stati conservati bene e adeguatamente riposti in una dispensa, al riparo dalla luce e dall’aria, chiusi ermeticamente nel loro contenitore, saranno ancora commestibili e avranno conservato le loro proprietà nutrizionali. I pinoli, sotto queste condizioni, possono durare fino a due mesi dopo la data di scadenza indicata sulla confezione del prodotto.

Diverso il discorso per pinoli scaduti mal conservati o, peggio, sulla cui superficie si possono notare formazioni di muffe: in questo caso gli alimenti andranno immediatamente buttati nell’immondizia.

La scadenza della frutta secca

Non tutta la frutta secca ha la stessa possibilità di consumo dopo la data di scadenza. I più deperibili sono proprio i nostri pinoli che, come abbiamo detto, durano al massimo due mesi dopo la scadenza quando ben conservati.

I pistacchi durano ancora 3 mesi dopo la scadenza, le noci 6 mesi, gli anacardi 9 mesi dopo la data limite. Le più longeve sono le mandorle, che possono essere consumate fino a un anno dopo la data di scadenza indicata sulla confezione del prodotto.

Come usare i pinoli in cucina

I pinoli in cucina possono essere utilizzati per fare il pesto insieme al basilico, all’aglio, all’olio extravergine di oliva e al parmigiano. I pinoli possono essere adoperati anche per realizzare salse, condimenti, piatti agrodolci con carne ma anche dolci come biscotti, gelati e torte. Nel mondo dei dolci i pinoli si abbinano in maniera particolare all’uvetta.