Quale verdura contiene più ferro?

Il ferro è un minerale molto importante per l’organismo. Si assume attraverso l’alimentazione e, principalmente, mangiando carne seguita da contorni di verdura o porzioni di frutta ricche di vitamina C. Ci sono comunque alcuni vegetali che contengono quantità soddisfacenti di ferro mentre altri ne sono proprio ricchi. Quale verdura contiene più ferro? Scopriamolo insieme.

Il ferro

Il ferro è un minerale fondamentale per l’organismo. E’coinvolto in numerose funzioni biologiche tra cui l’ossigenazione dei muscoli e dei tessuti e la sintesi del DNA. Il 70% del ferro presente nel corpo umano ha sede nell’emoglobina dei globuli rossi, che ha il compito di intrappolare l’ossigeno e trasportarlo alle cellule. Il ferro si trova anche nella mioglobina muscolare.


L'offerta del giorno
decalmile Adesivo Murali Frasi Scritte Dai ad ogni giornata la possibilita Farfalle Adesivi da Parete Citazioni Nero Camera da Letto Soggiorno Ufficio Decorazione Murale
  • Può essere incollato su qualsiasi superficie liscia, asciutta e non strutturata: pareti, finestre, piastrelle, mobili, specchi, persino i frigoriferi.

Il nostro corpo non è capace di sintetizzare il ferro per cui il minerale va assunto con l’alimentazione. Certamente la carne è la migliore fonte di ferro tra i cibi ma anche i vegetali non scherzano: sapete quale verdura contiene più ferro?


L'offerta del giorno
Uomo Buongiorno Belin Maglietta Frase Divertente Uomo Genovese Maglietta
  • Frase Tee Shirt: Buongiorno un belin. Magliette con scritte divertenti e frasi originali, ironiche e simpatiche. Maglie per uomo e ragazzo. Marca LUMOMIX.

Il ferro e le verdure

Certamente quando si parla di ferro e alimentazione, come abbiamo accennato, viene in mente la carne che, senza dubbio, è la migliore fonte di ferro che si possa inserire all’interno della propria dieta, soprattutto se determinate analisi sanguigne hanno rilevato nell’organismo la carenza del minerale. Certamente in questo caso saranno consigliati precisi farmaci per l’integrazione del ferro. Si può comunque favorire l’assimilazione del minerale nell’organismo mangiando carne ma anche consumando vegetali ricchi di vitamina C come contorno per i secondi piatti.

Ma chi non mangia carne, come ad esempio chi segue un’alimentazione vegana, come fa ad assimilare il ferro? Dovete sapere che esistono alcune verdure che sono particolarmente ricche del minerale e sono:


L'offerta del giorno
fashwork Tazza divertente Buongiorno un ca**o ironica simpatica Mug 11oz
  • TAZZA DIVERTENTE: Tazza Regalo divertente uomo donna compleanno beer frasi divertenti ironiche
  • Le lenticchie:
  • I fagioli;
  • I piselli;
  • Il prezzemolo;
  • Gli spinaci.

Ma quale verdura contiene più ferro tra tutte?

La verdura con più ferro

Quale verdura contiene più ferro? I fagioli borlotti secchi crudi, che contengono 9 milligrammi di ferro per 100 grammi di alimento.

100 grammi di fagioli secchi crudi forniscono all’organismo circa 291 kcal, per un apporto calorico medio. Tra gli altri elementi nutrizionali, sempre in 100 grammi di fagioli secchi crudi, troviamo 23,6 grammi di proteine, 2,0 grammi di lipidi, 47,5 grammi di carboidrati di cui 3,5 grammi di zuccheri semplici.

Ferro, tra carenza ed eccesso

Abbiamo capito che integrare il ferro nell’organismo è importante: una comprovata carenza di ferro può indurre una situazione di anemia, indice di una diminuzione della concentrazione di emoglobina nel sangue. I sintomi principali di una carenza di ferro sono:

  • Uno stato persistente di stanchezza;
  • Il colorito pallido della pelle soprattutto del viso;
  • Il respiro affannoso, maggiormente accentuato se si fa uno sforzo fisico.

Poco ferro nell’organismo riduce la resistenza fisica allo sforzo, diminuisce le capacità intellettive, rende l’organismo più vulnerabile alle infezioni per cui pregiudica le buone funzioni del sistema immunitario.

Anche un eccesso di ferro però, può essere pericoloso per la salute. Valori troppo alti di ferro nell’organismo incidono negativamente sull’aumento dell’insorgenza di malattie dell’apparato cardiovascolare, di malattie del metabolismo come il diabete di tipo 2 e favoriscono la pericolosissima comparsa di alcune patologie tumorali tipiche dell’apparato digerente.