I benefici della curcuma: ecco quali sono

La curcuma è una spezia con molte proprietà che aiutano la tua salute. Vediamo quali sono le sue caratteristiche e come poter utilizzare al meglio questo ingrediente in cucina 

Caratteristiche della curcuma 

La curcuma è una spezia molto conosciuta che anche in Italia ha una buona diffusione nella preparazione del cibo. Viene considerata ricca di benefici per l‘organismo, il suo aroma è molto simile alla senape e si utilizza da molti secoli. La medicina tradizionale cinese la utilizza molto spesso e ora, grazie al supporto di una serie di ricerche, è utilizzata sempre più nell’alimentazione come aiuto per la salute. 

La curcumina presenta un forte potere antiossidante che permette di contrastare i radicali liberi. Questi limitano i danni al DNA e quindi combattono anche diverse forme tumorali. Sembra aver dato riscontri positivi anche per combattere patologie come il Parkinson e l’Alzheimer. Riduce sensibilmente l ‘infiammazione quindi, se soffri di problemi reumatici può essere certamente un valido aiuto. Utile anche in caso di diabete perché incrementa la produzione di insulina. In caso di patologie autoimmunitarie riesce a dare una risposta positiva modulando il sistema immunitario. 

Stimola la produzione di bile e quindi questo apporta un beneficio al fegato. La curcuma è in grado di evitare l ‘accumulo di grassi e quindi può anche essere un sostegno contro l’obesità. Protegge la tua pelle dai raggi UVB e quindi ha un’azione positiva nel prevenire i melanomi. Inibisce l ‘istamina e allevia l’infiammazione intestinale. Ottima anche per migliorare gli stati di ansia. In caso di infezione accelera il processo di guarigione. Perché tu possa ottenere i benefici elencati, devi assumerne almeno 3 cucchiaini e per favorirne l’assorbimento dovresti associare anche del pepe nero. 

Come usare la curcuma in cucina 

La curcuma la trovi in polvere al supermercato e potresti usarla sciolta in acqua per avere un buon digestivo. Ovviamente, un uso costante della spezia permette di vedere dei cambiamenti concreti. 

Puoi preparare anche della pasta alla curcuma: bolli l’acqua e unisci la polvere di curcuma fino a creare un impasto. Puoi tenerla in frigo per circa in mese. Puoi usarla nel latte di cocco aggiungendo anche del miele. Il golden milk è invece una ricetta ayurvedica molto famosa giunta in Italia per rendere note tutte le sue proprietà benefiche. Prepara la pasta alla curcuma poi porta bollore del latte vegetale e mettilo in un barattolo unendo un cucchiaio di curcuma. Dolcifica con il miele e chiudi il tutto, agita molto bene e puoi mangiarlo conservandolo in frigo. 

Naturalmente occorre non eccedere e soprattutto evitare l’uso in caso di calcoli biliari, se hai problemi di coagulazione, sei in gravidanza o assumi insulina. In ogni caso è meglio informare il proprio medico e seguire il suo parere. Il suo sapore è molto delicato e, proprio per questa ragione, si abbina con facilità anche alle verdure come secondo piatto. Inoltre, è indicata per farcire panini sia in versione dolce sia in versione salata. Una ricetta molto semplice e gustosa da preparare è il risotto alla curcuma