Nintendo Switch: i giochi per la versione cinese Tencent non funzionano all’estero

I giochi per Nintendo Switch destinati al mercato cinese non sono giocabili sulle versioni PAL e USA della console. È la scoperta che ha fatto il portale Siliconera e che sta rapidamente facendo il giro del mondo. Il ruolo della multinazionale videoludica Tencent, che ha un piano estremamente rilevante nella diffusione dei videogame in Cina, sembra essere importante nella questione.

DAL NOSTRO NETWORK
[crp]
[wp-rss-aggregator category="videogame"]
DAL NOSTRO NETWORK
[crp]
[wp-rss-aggregator category="notizie"]

L'offerta del giorno
decalmile Adesivo Murali Frasi Scritte Dai ad ogni giornata la possibilita Farfalle Adesivi da Parete Citazioni Nero Camera da Letto Soggiorno Ufficio Decorazione Murale
  • Può essere incollato su qualsiasi superficie liscia, asciutta e non strutturata: pareti, finestre, piastrelle, mobili, specchi, persino i frigoriferi.

Nintendo Switch in Cina: il ruolo di Tencent

Il lancio di Nintendo Switch in Cina non è stato altrettanto semplice come nel resto del mondo. Questo perché il mercato cinese è regolato dallo stato e ci sono una serie di standard da rispettare. Anche nell’uso della connessione e dei collegamenti con l’esterno e il resto del mondo. Le Switch distribuite in Cina sarebbero in realtà compatibili con i giochi pubblicati fuori dal paese, ma questi poi sarebbero giocabili solamente in modalità offline. Questo avviene perché il multiplayer di Nintendo Switch in Cina è gestito proprio da Tencent tramite server proprietari. Insomma: giochi sviluppati solo per il mercato cinese, e giochi esteri giocabili solo offline.


L'offerta del giorno
Uomo Buongiorno Belin Maglietta Frase Divertente Uomo Genovese Maglietta
  • Frase Tee Shirt: Buongiorno un belin. Magliette con scritte divertenti e frasi originali, ironiche e simpatiche. Maglie per uomo e ragazzo. Marca LUMOMIX.

Giochi cinesi: sarà un mercato “region lock”?

La notizia potrebbe avere un’importanza relativa, se non fosse che il fatto costituisca una sorta di ritorno coatto – dovuto alle regole cinesi – del “region lock”. E cioè di quel fenomeno per il quale, fino a diversi anni fa, alcuni titoli di videogiochi erano sviluppati, venduti e giocabili esclusivamente in alcune regioni del mondo, come gli Stati Uniti e il Giappone. Un fenomeno scomparso con la diffusione globale delle console e lo sviluppo del mondo interconnesso: per un gamer oggi è quasi impossibile ragionare in modo diverso dall’uscita globale e contemporanea di un titolo.

Ma di fatto è così in Cina per Nintendo Switch. Anche perché se gran parte dei giochi sono già pubblicati e non dovrebbero in futuro “mancare” dai mercati di tutto il resto del mondo, si vocifera già invece che un titolo, “Raving Rabbids – Journey to the West”, sarà sviluppato in esclusiva per il sistema Tencent. Un titolo forse davvero evocativo: un viaggio verso Occidente che di fatto è negato a tante persone.